Bando rottamazione stufe regione veneto 2018

La regione Veneto ha approvato un ulteriore bando in materia di tutela dell’aria, dedicato alla rottamazione di vecchie stufe e impianti a biomassa adibiti a riscaldamento domestico al fine di sostituirli con nuovi apparecchi di potenza uguale o inferiore ai 35kw con rendimento termico utile uguale o superiore all’85%, a basse emissioni e ad alta efficienza.

Si tratta di un contributo importante in quanto può andare a coprire fino al 50% della spesa sostenuta.

Bando rottamazione stufe regione Veneto 2018

Vediamo nel dettaglio come è strutturato il bando e in cosa consiste.

 

  • – Misura A: acquisto di stufa, termostufa, inserto, cucina o termocucina a legna; il contributo previsto arriva fino a € 1600,00.
  • – Misura B: acquisto di una caldaia a biomassa con classificazione del generatore almeno a 4 stelle; il contributo previsto arriva fino a € 5.000.

 

In entrambi i casi, i contributi verranno erogati entro il 30/04/2019 e potranno farne richiesta i privati cittadini residenti all’interno della regione Veneto o i locatari di abitazioni il cui immobile sia situato all’interno della regione.

Chi richiede il contributo del bando regionale non deve o non deve aver usufruito anche del Conto Termico.

Alcune date/scadenze da tenere a mente:

  • – Termine massimo per la richiesta di adesione al bando: 10/09/2018
  • – Termine massimo per l’acquisto del nuovo apparecchio: 31/12/2018
  • – Termine massimo per l’esecuzione dei lavori: 30/04/2019
  • – Termine massimo di erogazione contributo: 30/04/2019

Requisito essenziale per accedere al contributo è la sostituzione o la rottamazione di vecchi impianti a biomassa legnosa.

I nuovi impianti che si andranno ad installare non potranno essere ceduti o dismessi per almeno tre anni dalla data dell’acquisto.

 

I biocombustibili solidi legnosi ammessi da bando sono:

  • – Pellet di legno
  • – Briquettes di legno
  • – Cippato di legno
  • – Legna da ardere
Bando rottamazione stufe regione Veneto 2018

Le risorse finanziarie disponibili destinate al bando ammontano a circa € 500.000.

Per la creazione della graduatoria dei beneficiari sarà tenuto in considerazione il carico di inquinanti presenti nel territorio di appartenenza del richiedente e in primis verrà valutata la situazione economica dei beneficiari, dando priorità a coloro che appartengono alle fasce di reddito più basse.

Verrà tenuto conto, inoltre, dell’ordine cronologico di arrivo delle domande, fino all’esaurimento delle disponibilità finanziarie.

Se stai pensando di cambiare la tua vecchia stufa questa è sicuramente un’occasione da non perdere!

Non ti resta che passare a trovarci nel nostro showroom dove potrai scegliere la stufa che più si adatta alle tue esigenze ed usufruire anche di comodi finanziamenti a tasso 0,00%.

Condividi questo articolo!